«Due realtà uguali in due città così diverse, quartieri e palazzi lontanissimi ma così vicini». Perché? Il quartiere è una giungla, gli schiaffi si danno e si prendono. Non mi sento più un rapper italiano, mi sento un rapper europeo, sento di rappresentare l’Italia e siamo solo io e Sfera a farlo». Edizione digitale inclusa. «Per un ragazzo di ventidue anni che vive da solo al Nord l’abbraccio di una madre è tutto. Ci andrei come ospite per far capire agli italiani la musica che faccio ma non parteciperei mai alla gara. L’ho trovato interessante. Che effetto fa? Nato a Salerno il 20 aprile 1998 sotto il segno dell’Ariete, cresce nella città campana, dove inizia a scrivere dal 2011 le prime rime. Ma Capo Plaza, tra i trapper maggiormente in ascesa, vive questo momento con ansia, «perché non so cosa mi manca» Da venerdì 22 gennaio è disponibile in formato fisico e digitale Plaza, il secondo album di Capo Plaza con Sfera Ebbasta, Gunna e altri. Per tutta la conversazione tiene il cappuccio della felpa ben calcato sulla testa e interpreta l’intervista come un freestyle, alcune risposte funzionano meglio se provate a rapparle, invece di leggerle. Rap e trap sono un’altra cosa. ’Fanculo il rap, voglio diventare il businessman più ricco del mondo, apro un’app, la Plaza app». Come l’hanno presa i suoi?«Mah, in realtà niente di che. (ride). L’atteggiamento con i giovani è lo stesso che si ha con i migranti. Capo Plaza. Se oggi potesse tornare da Luca su quelle panchine che cosa gli direbbe? Perché non sarà a Sanremo? Parità di genere in ogni progetto: le nuove linee guida del Recovery Plan, Michele Bravi: «La geografia del buio, un disco sul dolore e sull'amore», Addio a Cala Cimenti, l'alpinista da record travolto da una valanga a Sestriere, Abbonati e regala Vanity Fair! A Pastena, il mio quartiere, devo tanto. L’arma più potente nel quartiere è il cervello». La cartolina di Salerno è bella, poi ci vai dentro e scopri tante cose che belle non sono. Era difficile, certo, ma grazie a schiaffi dati e presi mi sono formato e sono cresciuto. Da dove parte Capo Plaza? Lo sfogo di poterci parlare è la cosa migliore. E nemmeno la mamma. Lei è tifoso del Milan e il video di «Allenamento #4» è girato a San Siro. Poi Plaza è tornato di nuovo ed è di nuovo il capo, anche quando mostra le sconfitte». Sua madre la voleva ragioniere. Non credi che metta in luce solo gli aspetti positivi? Non so se per loro è un pregio o un difetto, non se lo aspettavano un successo del genere, ma credo che avranno pensato: meglio così». L'adolescenza randagia a Salerno, il successo con la musica, il riscatto. Ti è piaciuto il docu-film di Sfera? Riceverai direttamente via mail la selezione delle notizie più importanti scelte dalla redazione Spettacoli. CAPO PLAZA “STREET” Il singolo Street è cantato da Capo Plaza sulla strumentale inedita prodotta da Ava e Mojobeatz e costruita con il sample originale della HIT “Dilemma" del rapper Nelly in duetto con Kelly Rowland. Ascoltalo in streaming! Quello non è un palco adatto a me e ai colleghi che competono dico solamente “andateci, tanto di cappello” ma io proprio no. Con l’atteso secondo album Plaza, il 22enne salernitano Capo Plaza porta in Italia la drill, sottogenere della trap. Capo Plaza, fonte: ufficio stampa. Milano n. 00834980153 società con socio unico, Music A volte mi devo ricordare che ho solo ventidue anni. Ci andrei come ospite, per far capire la musica che facciamo io e Sfera, per far comprendere come fa i numeri che fa». Sfortunata la famiglia in cui nasce un rapper? Capo Plaza annuncia la tracklist del nuovo album ... 04 gen 2021 - 14:28 ... a cominciare da un’edizione speciale che contiene un magazine autografato e un fumetto di cui Capo Plaza è protagonista. Chissà che fine facevo, senza. Capo Plaza album e tour - immagini. Non ti ascoltano, non ti fanno esprimere e non ti vogliono. Spesso nei suoi testi va sul sentimentale ma ci sono anche versi duri contro le forze dell’ordine. Tracklist: Coming Soon.. La black culture e lo scambio interrazziale sono bellissimi, perché in Italia è così difficile? A 12-13 anni ho cacciato il mio primo pezzo e verso i 14 anni ho conosciuto Ava e Mojo che sono ancora oggi i miei produttori. «Essere real è uscire da una determinata situazione, un determinato quartiere, sulle tue gambe e senza fare danni. Adesso però sono andato oltre. Intrattenimento, informazione, dibattito.Sempre con te. «Non sono mai stato un campione a scuola, sempre deviato su altro, la musica su tutto. Di seguito trovate il testo del singolo: testo. Mia madre mi ha detto di essere contenta per me. Nel brano «Track1» canta «Son partito dal niente che avevo nada». «Ascoltano i rapper americani e poi criticano gli italiani, dicono: fa schifo il rap in Italia». «Siamo diversi, però abbiamo entrambi voluto spaccare il tabù che con la musica non si poteva andare oltre l’Italia. Questo disco è solo il secondo e non è neanche il 20 per cento della mia carriera». È lo stesso Capo Plaza a svelare sui social che il disco conterrà 16 tracce, tra cui i featuring con altri artisti, in particolare tre statunitensi, uno tedesco e uno italiano. Iniziamo con le buone maniere, Luca ha saputo che il singolo Allenamento #4 è l’unico pezzo italiano nella Top 10 Global Debuts di Spotify e quindi gli faccio i complimenti. Sanremo è ormai una delle mete del rap: anche per lei? ... il nuovo capo di Amazon - Il Post. E poi magari per strada mi chiedi la foto». 2.700.000 euro I.V. includes2013/SSI/notification/global.json, /includes2013/SSI/utility/ajax_ssi_loader.shtml, 6 febbraio 2021 (modifica il 6 febbraio 2021 | 20:09), Copyright 2020 © RCS Mediagroup S.p.a. Tutti i diritti sono riservati |. Tiratura limitata! Annunciato il 2 dicembre 2020 tramite un teaser, Plaza è il secondo album del rapper salernitano Luca D’Orso, alias Capo Plaza, attesissimo disco successore di “20”, pubblicato nell’aprile 2018.La data d’uscita del progetto è fissata al 22 gennaio 2021 su Plaza Music/Atlantic Records. Lo stato del tuo abbonamento #PLACEHOLDER# è sospeso. Che effetto le fa tornare oggi su quelle quattro panchine di Salerno? Avere i miei intorno mi fa sentire tranquillo, soprattutto dopo tutti i problemi che ci sono stati». Allenamento #4 è il primo singolo estratto da Plaza, il nuovo album di Capo Plaza che è già disponibile dal 22 gennaio scorso. Ho fatto le mie cazzate, la musica mi ha salvato. Si andava al parchetto, si saltava la scuola per ascoltare la musica e le battle di freestyle (ma non partecipavo). «Pieno di delusioni e di evoluzioni, un periodo di riflessione, ma non riuscivo a mettere la penna sul foglio. Capo Plaza è Luca D’Orso, 22 anni, da Salerno, un passato con qualche guaio giudiziario nemmeno troppo piccolo e abbastanza ambizione da illuminarci Milano, la città dove oggi vive. Be’? Un conferma nella carriera di questo trapper nato come Luca D’Orso nel 1998 e arrivato a conquistare l’Italia e l’Europa. A gennaio 2021 pubblica l'album Plaza: entra direttamente al n.1 della classifica ufficiale Fimi/Gfk Il quartiere ti dà tanto e ti toglie tanto». Le interessa solo che il figlio stia bene, come ogni mamma deve fare e com’è giusto che sia». Di seguito trovate il testo del singolo: testo. Educo i miei fan, soprattutto i giovanissimi, a dire basta». I più letti. E fa l’en plein. Chi viene dal Sud è figlio a vita, le radici non si scordano mai». A due anni e mezzo dal primo disco pubblicato con una major, la Warner, Capo Plaza è pronto a tornare con un nuovo disco nel mese di gennaio.. Plaza, questo il titolo del nuovo album, fa seguito a 20, album certificato con tre dischi di platino per le oltre 150.000 unità e uscito ad aprile del 2020.. Capo Plaza nuovo album. Come osi dire che non sono real? Plaza è un singolo di Capo Plaza contenuto nell’album Plaza. Capo Plaza, 31 dischi di Platino, 19 dischi d'Oro e oltre 1.2 miliardi di streaming, torna con il nuovo album Plaza, che esce domani, e sceglie un modo tutto suo per raccontarlo. E fa l’en plein. Lo ripeto: troppa muffa». Nek mostra la mano ferita: «La vita può cambiare ogni giorno», La band che riproduce le suonerie dell'iPhone a cappella, Michele Bravi: «Mantieni il bacio, la mia canzone d'amore più forte», Jovanotti, ospite delle #VFQuarantineStories, Francesco Gabbani ospite delle #VFQuarantineStories. La cito: «Tutti possono avere quello che ho io, la parte difficile è tenerselo». «Io dico fortunata, dal punto di vista economico. Qui, all’età di 13 anni ha cominciato a scrivere le sue rime e a comporre i suoi versi. Quando ha scoperto il rap?«A 8 anni ho sentito Kanie West per caso in tv ed è diventato subito una delle mie prime influenze, poi sono passato a Lil Wayne, alla Cash money records, a tutta quella trafila di rapper vistosi, sempre acchittati, con tante macchine, donne... Da lì ho iniziato a studiare i testi, volevo capire bene cosa dicevano. Eravamo i tipici ragazzi di strada, si immagini cosa potevamo fare e anch’io ho avuto qualche problema con la legge, poca cosa. Spero di essere in America con 89 Ferrari e con i miei amici a non pensare più a niente. Ormai Milano è casa mia, mi ha adottato, mi fa crescere. Spesso nei suoi testi va sul sentimentale ma ci sono anche versi duri contro le forze dell’ordine.«Quelli sono tosti ma giusti. Sono convinto che i giovani in Italia sono una forza, la musica lo dimostra, oggi è piena di ragazzi del 2000, del 2002. Il rap non è il rapperino che fa la canzone melodica o il reggaeton. C’è stato un periodo buio, un buco tra il primo e il secondo disco. Questo articolo è pubblicato sul numero 5 di Vanity Fair in edicola fino al 2 febbraio 2021 Com’è il vostro rapporto? Dalla metà del 2021 prenderà il posto di Jeff Bezos: ... Il fidanzato arrestato e i segnali ignorati da tutti. C’è un problema di muffa anche nel rap? Ero in una situazione in cui bisognava farsi valere fin da quando eri piccolo. La street credibility non è avere i ferri, le pistole, nei video. (ride). «Non lo so come mi vedo domani, bro. I titoli delle canzoni, svelati il 1° gennaio attraverso un visualizzatissimo video. «Non auguro mai a nessuno di vederla». Com’è la sua parte peggiore? News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo. Capo Plaza è Luca D’Orso, 22 anni, da Salerno, un passato con qualche guaio giudiziario nemmeno troppo piccolo e abbastanza ambizione da illuminarci Milano, la città dove oggi vive. «Sono dovuto crescere in fretta. Credo che sia utile per chiunque voglia capire come ci si muova veramente all’estero. Dovevo farlo. ©: Edizioni Condé Nast s.p.a. - Piazza Cadorna 5 - 20123 Milano cap.soc. Dilemma nel 2003 ha vinto il Grammy come “miglior collaborazione Rap”. Fa piacere, perché nessuno se lo immaginava questo disco, questi nomi. Da dove parte Capo Plaza?«Da Salerno, la mia città natale, come un ragazzo che sognava di fare rap. Biografia. Nasce il 20 aprile 1998 a Salerno da madre contabile e da padre impiegato dell'ufficio delle case popolari. A 22 anni Capo Plaza è in testa a tutte le classifiche. Oggi. «Brother, non li capisco. Che poi, cosa significa essere o non essere real? A 22 anni Capo Plaza è in testa a tutte le classifiche. Che effetto le ha fatto?«Mi sento come Shevchenko, che viene da un’altra città ma ha conquistato Milano diventandone la bandiera e senza mai rinnegare le sue radici. Che effetto le fa il razzismo quando viene abbracciato dalla politica? Poi è un amico, abbiamo la stessa visione». Nel 2016, Capo Plaza ha pubblicato il suo primo album “Sulamente nuje” con la collaborazione del collega rapper Peppe Soks, per la Sto Records, etichetta indipendente milanese del rapper Ghali. «Un quartiere popolare. Il successo travolgente. Quello è essere real, non avere dieci mazze e quattro pistole in mano. "Plaza" è il titolo del secondo album in studio del rapper Italiano Capo Plaza, pubblicato il 22 Gennaio 2021 su etichetta discografica Plaza Music. Ero minorenne, ho avuto vari diverbi, un processo e ho pagato: l’unica volta che mi hanno preso me l’hanno fatta pagare per tutte quelle in cui ero sfuggito. Ha debuttato nel 2013 con lo pseudonimo Capo Plaza, attraverso il proprio canale YouTube, con il brano Sto giù. «Di scappare ancora più in fretta da quella città, perché lì non farà niente, perderà solo tempo. Plaza è il secondo album in studio del rapper italiano Capo Plaza pubblicato il 22 gennaio 2021.. Tracce. L’Italia è piena di muffa sulla cima e non parlo solo di musica. Il mio pubblico sa che alcune parole fanno parte del mondo dell’hip-hop e non le vede come un modo per attaccare le donne». Plaza è il suo secondo album (20, il debutto, aveva avuto un successo stellare), un misto di ostentazione, vitalità e inquietudine, con diverse collaborazioni prestigiose, tra cui il suo amico Sfera Ebbasta. Più tardi sono andato a Milano, nel 2018 è arrivato il mio primo album in studio, 20, e nel 2019 ho fatto un tour europeo che ha segnato il sold out da Berlino a Londra passando per Parigi e Barcellona». Track 1 – 2:13; Plaza – 3:30; VVS (feat.Gunna) – 3:04; Allenamento 4 – 2:50; Fiamme alte – 3:28; Demonio (feat.Sfera Ebbasta) – 3:11; Street – 2:58; OMG – 3:17; Richard Mille (feat.Lil Tjay) – 3:46; No Stress (feat.A Boogie wit da Hoodie) – 3:01; Non fare così – 3:13 A ventidue anni in Italia si resta giovani ancora per un decennio. Prendiamo il razzismo. Anche se non ti piace, con me devi solo abbassare il cappello, non mi puoi criticare, perché non sai niente di me. Tranquillo, ogni tanto turbolento. La sua strada, a Salerno, com’era? Certo, è anche quello, ma è soprattutto saper uscire da quella situazione. Mi piace, davvero. Non siamo più nel 1920, io ho più amici marocchini che italiani, persone molto più in gamba di Salvini, potrebbero far crescere la nostra nazione e aprire il cervello a tante persone». Stavo tutto il giorno in strada e facevo esperienze: ascoltavo la gente, il problema della signora sul pullman, le cose che diceva il signore alla fermata. Il suo «Allenamento».«Ho studiato tanto musica. Solo due anni dopo dalla stesura delle sue prime frasi come Capo Plaza è emerso su YouTube col brano Sto giù.Nel 2014 è arrivato a Milano firmando un duetto con Sfera Ebbasta. Capo Plaza ha chiuso alla grande il da 0 a 20 Summer Tour.L’ultimo atto si è celebrato nella sua Salerno al Dolce Vita con tanti giovani in visibilio per il nuovo fenomeno del rap italiano.Numeri da capogiro, boom di visualizzazioni per Capo Plaza che, oltre a scalare le … Ho apprezzato Famoso. Yeah-yeah Mojobeatz. Siamo a gennaio ben più che inoltrato, ma sullo sfondo della nostra chiacchierata Zoom Capo Plaza tiene ancora l’albero di Natale addobbato. Cresce nella stessa città, vivendo gran parte della sua adolescenza nel quartiere Pastena.. D'Orso iniziò a scrivere le prime rime nel 2011, all'età di 13 anni. A ventidue anni devi ancora sbagliare tanto. La carriera. «Mi sentirò figlio anche a sessanta anni. Lo rispetto, lo guardo, mi piace, solo che non mi piacciono le canzoni. E di ricordarsi che si è sempre soli in questo ambiente, tutti hanno un secondo fine». Capo Plaza, Luca D'Orso all'anagrafe, è un giovane rapper salernitano classe 98. Si sente ancora figlio, nonostante sia cresciuto molto in fretta? Alla fine, anche tu hai presentato due facce opposte della stessa medaglia, lui no. La scuola era un optional, perché io me lo sentivo che diventavo un rapper. Luca fa la trap, perché è questo che fanno i ventenni ambiziosi in Italia. Serve un cambio generazionale ai vertici. C.F E P.IVA reg.imprese trib. Capo Plaza a RTL 102.5 In collegamento in The Flight In occasione dell’uscita del nuovo album “Plaza” Capo Plaza ci è venuto a trovare in collegamento Zoom per parlarcene.“Allenamento #4”, il primo singolo estratto dall’album, è già diventato il singolo più venduto in … Mojobeatz Okay, AVA Yeah, e cosa credi? Capo Plaza nuovo album. Luca D’orso, in arte Capo Plaza è originario di Salerno dove è nato nel 1998. «Perché non ci voglio andare. Testo di Plaza di Capo Plaza, brano estratto dall’album Plaza uscito il 22 gennaio. In «OBE», il disco in uscita il 5 febbraio che lo vede duettare insieme a Irama, Salmo, Guè ... Il rapporto difficile con l’immagine di sé e il cibo. Nel 2018 Capo Plaza è fidanzato con una ragazza di nome Francesca. Milano mi piace, prima o poi mi starà stretta anche lei». Che effetto le ha fatto? Non si può gestire questo Paese come se gli ultimi trent’anni non fossero mai esistiti. Non vogliamo trattare male la donna, c’è solo uno slang che non viene compreso. Fiamme alte è un singolo di Capo Plaza contenuto nell’album Plaza. Io però non lo so se lo posso fare, devo mostrare la parte migliore di me e mai la peggiore». Certi passi a Salerno non li avrei fatti, è la città più bella del mondo e le devo tanto, ma la povertà mentale, l’ignoranza, è tanta. Youtube, Capo Plaza è l'artista più seguito in Italia. Lei è tifoso del Milan e il video di «Allenamento #4» è girato a San Siro. Con un incremento negli ascolti che sfiora il 250%, è Capo Plaza a guidare la classifica degli artisti più seguiti su YouTube in Italia nell’ultima settimana.. [...] Leggi l'articolo completo: Youtube, Capo Plaza è l'artista più segu...→ Cultura E venite da panchine simili. Nel brano «Track1» canta «Son partito dal niente che avevo nada». Questo per me è il sogno americano e il sogno americano è più vero se lo rincorri da Salerno». Il prezzemolino della scena urban italiana e internazionale pubblicherà il suo secondo album il prossimo 22 gennaio.Si intitola Plaza e contiene collaborazioni e featuring di altissimo livello, un disco pronto a battere i numeri grandiosi del precedente 20.. Rihanna. Uno dei pochi che può vantare un ampio seguito straniero e collaborazioni internazionali come il tedesco Luciano e gli statunitensi Gunna, Lil Tjay e A Boogie wit da Hoodie. «Un bell’effetto, perché sono partito veramente dal niente, dalla strada, da quattro panchine, a differenza di qualcuno, che però lo dice sempre nelle sue canzoni. Però canta anche versi sessisti.«Credo che in Italia questa cultura non venga capita. Sanremo è ormai una delle mete del rap: anche per lei?«Penso di essere uno dei pochi rapper che segue Sanremo. Impossibile aprire una qualsiasi piattaforma di streaming senza trovarsi di fronte alla copertina del suo nuovo album, intitolato semplicemente Plaza: le sedici tracce sono comparse tutte nelle prime venti posizioni e una, Allenamento #4, ha raggiunto l’ottavo piazzamento nelle uscite globali di Spotify. Vivo alla giornata e può succedere di tutto in ogni momento. Per abbonarvi a Vanity Fair, cliccate qui. (ride) Poi, brother, bisogna chiedere a loro. Le cose si stavano facendo serie e non me ne ero reso conto. Il vero nome di Capo Plaza è Luca D’Orso. Storie. ROMA, 29 GEN - Capo Plaza con il nuovo Plaza ("non è il sequel di '20', ma è un upgrade" come spiega lui stesso) toglie lo scettro a Sfera Ebbasta che era da quattro settimane saldamente in testa e slitta al secondo posto della classifica dei dischi più venduti della settimana, secondo le rilevazioni Fimi/Gfk. «Non ci torno quasi mai. Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili per migliorare la tua esperienza di acquisto, per fornire i nostri servizi, per capire come i nostri clienti li utilizzano in modo da poterli migliorare e … Se non le dico io queste cose, chi le dice. Valiamo tanto ed è questo Paese che non ci sa apprezzare. Youtube, Capo Plaza è l'artista più seguito in Italia. È la classica storia urbana. «Dicono che non è real, ma sono bravi a dirlo solo dietro una tastiera. Lo cita spesso, Sfera. Poi la sera mi chiudevo in studio e cercavo di raccontarle. In vendita l'edizione esclusiva in doppio vinile 180 grammi. PLAZA, il nuovo album di Capo Plaza, entra direttamente al n.1 della classifica ufficiale Fimi sia negli album che nei vinili. E di fame ancora troppa Vado avanti, ho qualche intoppo Tre g, la giro grossa Che a lei, no, non la non la sopporto No, no Vuoi sapere cosa provo adesso? Come si vede a quarant’anni? Girare a San Siro è stato strano, era tutto vuoto... è stata una bella soddisfazione, da mettere nel curriculum». Io dico basta con gli abusi e il razzismo, vaff... a chi punta una pistola solamente perché mio fratello è di un colore diverso. Siamo svegli, sai, parliamo a gesti "Allenamento #4" di Capo Plaza è il singolo più venduto in Italia: il video del brano è stabile alla n.1 delle tendenze su Youtube ha superato 2 milioni di visualizzazioni «È un discorso difficile.